© OT Le Grand-Bornand
Rampa finale ripida sul lato nord della Colombière © Brice Milbergue
south

Col de la Colombière

La porta degli Aravis

Altezza 1613 m
Massiccio del Bornes
Département Haute-Savoie

Riepilogo

Pianifica la tua salita in bicicletta del Col de la Colombière

Situato a 1613 m di altitudine, questo col sulla Route des Grandes Alpes ® collega la valle dell'Arve al massiccio degli Aravis, le cui pendici scendono fino ad Annecy, la principale città dell'Alta Savoia. Sul versante nord, sono disponibili due opzioni, tra cui la variante molto impegnativa via Romme sur Cluses. I percorsi si incontrano nel villaggio di Le Reposoir per i difficili chilometri finali verso la vetta. Sul versante sud, la salita è più dolce e si svolge in un magnifico paesaggio alpino aperto. Si passa per Le Grand-Bornand e poi Le Grand Bornand-Chinaillon, che sono tra i villaggi più autentici dell'Alta Savoia.

Salendo il Col de la Colombière da Cluses-Scionzier, attraverso il versante nord

Col de la Colombière - Profilo nord-est
Partenza: Scionzier (505 m)
Distanza: 16,5 km
Altezza: 1613 m
Fermata: 1108 m
Pendenza media: 6,8%
Pendenza massima: 10,2%
Valutazione Tour de France®: hors catégorie

Tempo di salita (arrotondato) del Col de la Colombière in bicicletta da Cluses-Scionzier, attraverso il versante nord

  • A 7 km/h: 2 h 30
  • A 11 km/h: 1 h 30
  • A 15 km/h: 1 h 10
  • A 19 km/h: 55'

Mappa dell'itinerario di salita al Col de la Colombière in bicicletta da Cluses-Scionzier, attraverso il versante nord

Descrizione della salita al Colombière in bicicletta da Cluses-Scionzier, attraverso il versante nord

Un versante di oltre 1100 m D+ che lascia la scelta: "difficile" o "ancora più difficile"?
Scelta n. 1, la via normale, da Scionzier, che descriveremo per prima.
Scelta n. 2, la variante da Cluses via Romme (Cluses e Scionzier appartengono allo stesso agglomerato urbano).

Le due vie si incontrano al villaggio di Le Reposoir (980 m). Si tratta di una salita di 7 km fino al Col de la Colombière.

Le Reposoir sul versante nord del Col de la Colombière

Da Scionzier a Le Reposoir
La partenza da Scionzier offre un ingresso graduale nella salita di 9 km verso Le Reposoir. I primi giri sono in leggera pendenza, ideali per il riscaldamento. Si attraversano zone residenziali e rurali, che lasciano gradualmente il posto a prati e poi a boschi.

La parte centrale, due chilometri all'8% seguiti da un chilometro al 6,5%, rappresenta la difficoltà principale della salita. I tre chilometri finali fino a Le Reposoir sono poco più di un falso piano in salita.

Da Cluses a Le Reposoir passando per il Col de Romme
Da Cluses a Le Reposoir passando per Romme, è tutta un'altra storia!
I 9,3 km fino al Col de Romme (1297 m), nel centro dell'omonimo villaggio, rappresentano 815 m di salita con una pendenza media di quasi il 9% e pendenze massime del 12,5%. C'è solo un breve tratto di 500 metri nel mezzo, dove si può prendere fiato.

Per fortuna, dopo Romme e fino a Le Reposoir, ci sono 6,5 km e 300 metri di pendenza negativa da recuperare.

Le Reposoir, dove i due percorsi si incontrano, è all'altezza del suo nome. L'atmosfera è calma e accogliente. È il momento ideale per riprendere fiato o fare una pausa e prepararsi mentalmente al resto del percorso: poco più di 7 km con una pendenza media dell'8,5%.

Il tratto finale: da Le Reposoir al Col de la Colombière
La salita inizia intensamente con una successione di curve strette, oscillando tra il 7,5% e il 9% per i primi tre chilometri. Poi, fino all'impianto di risalita dello Chalet Neuf, dove due piccoli tornanti offrono una leggera tregua, si affrontano 1,4 km al 7,5% D+.

Dopo questi due tornanti, si vede il Col de la Colombière, con il suo iconico rifugio in vista. Probabilmente pensate che la parte più difficile sia finita, ma vi sbagliate!

Non c'è più il bosco e la sua gradita ombra. La strada prosegue per 2,7 km, costeggiando lo sfondo minerale della catena del Bargy, un forno quando il sole picchia forte. I primi 1,9 km al 9,5%, prima di affrontare gli ultimi 800 metri, ancora più impegnativi con una pendenza del 10,5%, per raggiungere infine la vetta del Col de la Colombière a 1613 m.

Un finale nello scenario mozzafiato della catena degli Aravis!

Discesa a Le Grand Bornand dal Col de la Colombière

Salita al Col de la Colombière da Le Grand-Bornand, attraverso il versante sud

Partenza: Le Grand-Bornand (950 m)
Distanza: 11,7 km
Altitudine: 1613 m
Salita verticale: 690 m
Pendenza media: 6%
Pendenza massima: > 8%
Cotazione Tour de France®: hors catégorie
Col de la Colombière Sud

Tempo di salita al Col de la Colombière da Le Grand-Bornand, attraverso il versante sud

  • A 7 km/h : 1 h 40
  • A 11 km/h: > 1 h
  • A 15 km/h: > 45'
  • A 19 km/h: 35'

Mappa del percorso di salita al Col de la Colombière in bicicletta da Le Grand-Bornand, attraverso il versante sud

Descrizione della salita del Col de la Colombière in bicicletta da Le Grand-Bornand, sul versante sud

Sul versante sud, da Le Grand-Bornand, il Col de la Colombière dista 11,7 km. La salita è quindi abbastanza breve ma, con una media del 6%, si può comunque contare su alcuni tratti difficili!

Prima di partire, prendetevi il tempo per visitare Le Grand-Bornand, un autentico villaggio dell'Alta Savoia famoso per i suoi 400 chalet, la Coppa del Mondo di Biathlon, lo sci per famiglie, il formaggio reblochon... e regolarmente una tappa del Tour de France!

Dal villaggio di Grand-Bornand al Chinaillon di Grand-Bornand, a 7 chilometri di distanza, ci sono un bel po' di curve e tornanti, ma niente di troppo serio: 400 metri al 7% al massimo...

L'attraversamento del Chinaillon, tutto in lunghezza, si fa tranquillamente, su un piano quasi falso. Usciti dal paese, inizia gradualmente la parte più difficile della salita: prima 1,2 km al 6%, poi 1,9 km al 7% e infine una rampa di 1,3 km all'8%.

Questa "botta di culo" finale porta al colle, dove non resta che godersi la superba vista panoramica sulle catene degli Aravis e del Bargy.

Col de la colombiere

Conseils pour préparer l'ascension col de la Colombière

Non fatevi ingannare, il Col de la Colombière, soprattutto sul lato nord, nord-est, è duro, con tratti al 9, 10%! Sullo stesso versante, la variante attraverso il Col de Romme, già utilizzata dal Tour de France e dalla Stage du Tour, è ancora più dura, con una media di quasi il 9% sui nove chilometri tra Cluses, il colle e il villaggio di Romme.

Il nostro consiglio:

Condizioni meteo per il Col de la Colombière

Il Col de la Colombière (1613 m) apre generalmente a metà maggio e non è raro che chiuda intorno al 20 novembre. Per verificare le condizioni della strada e del passo, visitare inforoute74.

Per le condizioni meteorologiche, è possibile visitare meteoblue

Per sapere quando partire sulla Route des Grandes Alpes ®

Tempo pesante sulle rampe finali del Col de la Colombière

Equipaggiamento consigliato per il Col de la Colombière

Con i suoi 1613 m, il Col de la Colombière non è uno dei più alti della Route des Grandes Alpes®, ma si può comunque incorrere in qualche acquazzone, finire bagnati fradici e prendere un raffreddore. Portate con voi almeno una giacca a vento, che vi servirà comunque durante la discesa.

Pensate a portare con voi cibo e acqua a sufficienza. Durante la salita può fare molto caldo. Detto questo, a differenza di altri colli più "desertici", sul Col de la Colombière non si è mai lontani da un punto di ristoro: Le Reposoir sul versante della valle dell'Arve, Le Grand-Bornand Chinaillon e Le Grand-Bornand Village sul versante del massiccio dell'Aravis.
A Le Grand Bornand (hotel La Croix Saint Maurice) troverete un punto di ricarica per la vostra bicicletta elettrica assistita.

Anche la nostra Route des Grandes Alpes® Gravel attraversa il Col de la Colombière.

Cliccate qui per saperne di più sulla bici Gravel e sull'equipaggiamento speciale che richiede

Servizi al Col de la Colombière

Al Col de la Colombière, siete a 40 km da Annecy e a 18 km da Cluses, due grandi città dotate di tutti i servizi e di stazioni SNCF.

Senza andare tanto lontano, il Col de la Colombière si trova a pochi chilometri da Le Grand-Bornand, dove troverete caffè, ristoranti, negozi di articoli sportivi, alimentari e tutti i tipi di alloggio.

Sull'altro versante della montagna, Le Reposoir, a 7 km di distanza, offre una piacevole sosta nel suo caffè-ristorante, vicino alla chiesa.

Infine, in cima al Col de la Colombière, l'omonimo ristorante offre una sosta rinvigorente in un panorama da cartolina.

Punti di ricarica EV: Le Grand Bornand - Hôtel La Croix Saint Maurice.

Accesso al Col de la Colombière

Stazioni SNCF e autobus

  • Annecy
  • Cluses

Accesso stradale

  • D909, poi D4 da Annecy (A41).
  • D12, poi D4 da Bonneville (A40).
  • D4 o D119 da Cluses (A40).

Chi l'ha fatto ne parla benissimo!

Ricordi e negozi al passo della Colombière (1613 metri)

La Colombière, il primo passo dove mi sono chiesto se sarei arrivato alla fine dell'avventura! Dominique, 70 anni

Non sono una grande sportiva, ma ho deciso di affrontare la sfida del Col de la Colombière con alcuni amici, su una bici elettrica. Una vera esperienza di montagna! Clara, appena convertita al ciclismo

Le Reposoir è una gemma nascosta prima del Col de la Colombière. Émile, amante della natura

Per me, Le Grand-Bornand è sinonimo di convivialità e passione per il ciclismo. L'atmosfera nel villaggio è sempre calorosa ed è un punto di partenza ideale per il Col de la Colombière e per molte escursioni in bicicletta in Alta Savoia. Guillaume, ciclista esperto

Salire al Col de la Colombière e fermarsi a Chinaillon è sempre un piacere. Il villaggio offre viste mozzafiato sulle cime circostanti e le sue strade sono un fantastico parco giochi per ogni ciclista amante della montagna. Julie, Haut-Savoyard di nascita

Non manco mai di fermarmi a Le Reposoir per catturare qualche scatto. Questo villaggio, con il suo ambiente autentico, l'atmosfera serena e il monastero, è un gioiello per i fotografi. Ed è anche un ottimo posto per fare una pausa prima della salita finale al Col de la Colombière. Romain, ciclista e fotografo

Il Col de la Colombière è una classica che amo ripetere. La salita è un equilibrio sottile tra sfida e piacere, con le sue pendenze che si intensificano progressivamente. Ogni volta, il panorama in cima mi incanta.Vincent, ciclista esperto

Il Col de la Colombière era sulla mia lista da molto tempo, e non sono rimasto deluso. La salita è dura, ma molto fattibile, e i panorami sono semplicemente mozzafiato". Louise, cicloturista parigina. Aurélie, ciclista esperto

FAQ

Il monastero vicino alla strada del Col de la Colombière è abitato?

L'ex monastero certosino, ora chiamato Monastère du Carmel du Reposoir, o Chartreuse du Reposoir, ospita una comunità di monache carmelitane dal 1932. Situato ai margini di un piccolo lago e in un circo boscoso, a poche centinaia di metri dal villaggio di Le Reposoir, è un monumento storico classificato.

Quale altro grande passo, oltre al Col de la Colombière, permette di entrare o uscire dal massiccio degli Aravis?

Il Colle degli Aravis, Uno dei punti salienti della Route des Grandes Alpes®, questo passo alto 1486 m separa i dipartimenti dell'Alta Savoia e della Savoia (anche se appartiene a quest'ultima). Sul lato 74, il Col des Aravis domina la località di La Clusaz e il suo bellissimo villaggio. Sul lato 73, domina la località di La Giettaz e la Val d'Arly.

Perché Le Grand-Bornand, ai piedi del versante meridionale del Col de la Colombière, è l'unica località francese a ospitare gare di biathlon a livello mondiale?

Le Grand-Bornand è attualmente l'unica località francese autorizzata dall'Unione Internazionale di Biathlon a organizzare eventi internazionali. In quanto tale, la località degli Aravis ha già ospitato diverse Coppe del Mondo. È anche candidata a ospitare i Campionati del Mondo del 2027 o del 2028 e ha tutte le possibilità di essere la sede olimpica del biathlon per i Giochi Olimpici del 2030.

Come si chiama il formaggio che si trova vicino al Col de la Colombière?

Reblochon, naturalmente! Le Grand-Bornand, sul versante sud del Col de la Colombière, che è anche il principale comune agricolo dell'Alta Savoia, è la capitale di questo formaggio di latte vaccino a latte crudo, pressato e non cotto. Si può gustare semplice o cotto come tartiflette! Scopri le specialità e i prodotti locali

Carta

Itinerario dettagliato